Iscrivetevi.... riceverete tanti consigli utili

Seguitemi anche via email

martedì 22 gennaio 2013



  Donne è arrivato….. il trucco!!! 
Visto che truccarsi è una delle cose che la maggior parte di noi donne ama fare e a cui non ci piace rinunciare ho pensato di dedicare questo post al trucco iniziamo con alcuni cenni di storia.
  L’arte del trucco è una pratica molto antica basti pensare che i primi a farlo sono stati gli Egiziani la cosa che non sapevo è che per gli egiziani il trucco aveva una duplice funzione una era quella di risaltare la bellezza delle loro regine l’altra era preventiva e terapeutica, con il trucco proteggevano gli occhi dalle infezioni. Nella antica Roma, invece le matrone usavano molto la polvere d’ocra per tingersi le labbra, e  latte d’asina per sbiancare e ammorbidire la pelle . Nell’epoca vittoriana il trucco era associato a prostitute o attrici, quindi le donne facevano di tutto per avere la pelle diafana tanto che non si esponevano mai alla luce del sole diretta,  per accentuare un colorito molto pallido quasi bianco si utilizzava una polvere di riso sul viso e sul decolletè . Il 1910 è l’anno dello sviluppo dei trucchi, che vengono utilizzati da tutte le donne grazie anche alla nascita delle prime case cosmetiche, prima fra tutte la L’Oreal in seguito  Elizabet Arden, Helena Rubinstein e Max fattor ora la bocca si trucca a cuore e lo sguardo assume un aspetto languido. Negli anni 50 abbiamo un boom nel settore trucco e bellezza grazie anche al cinema che inizia a tirare fuori modelli da imitare come Audrey Hepburn e il suo stile da occhi di gatto. Negli anni 70 compaiono le ciglia finte gli occhi molto truccati,  le labbra pallide e i primi prodotti cosmetici  a base vegetale ( olio di semi di lino ecc...) Negli anni 80 il trucco che fa tendenza è pesante e accentuato, occhi scuri con l’utilizzo di molti strati di eyeliner e ombretti blu , verdi , viola, per le labbra si preferivano colori forti come il rosso. Negli anni 90 c’è il boom delle creme anticellulite e dei macchinari per la cosmesi.

PENNELLI
Per capire meglio i pennelli e i loro utilizzi
(ecco il nome dei pennelli che utilizzo spesso)
    


KABUKI FACE BRUSH: (pennello per faccia) può essere usato con prodotti in polvere o liquidi, dona effetto di piena coperture e garantisce una perfetta applicazione di cipria, illuminante, bronzer.
EYE CREASE BRUSH:  (pennello per la piega dell’occhio) perfetto per prodotti compatti e liquidi , dona un effetto sfumato agli occhi, può essere usato con tutti gli ombretti in polvere , per applicare e sfumare i colori.
LASH & BROW COMB BRUSH: (pettine per ciglia e sopracciglia)  pettina e definisce le sopracciglia
SMUDGE BRUSH: (pennello per sbavature) setole corte e incurvate perfetto per sfumare l’ombretto lungo l’attaccatura delle ciglia, per un look smoky, applicando esattamente una quantità di colore che dona la massima intensità cromatica.
EYE SHADOW BRUSH: (pennello per ombretto)punta ovale che permette di prelevare il colore dell’ombretto per la massima tenuta, l’applicazione appare semplice e precisa.
FAN BRUSH: (spazzola a ventaglio) Spolvera,rimuove, e sfuma i prodotti in polvere, utilizzato per creare un alone di colore sulle guance e per applicare un velo di cipria che contrasta la lucidità.
BLENDING EYE BRUSH: (pennello miscelatore per occhi) garantisce precisione nell’applicazione di fard, terra abbronzante e ciprie compatte e libere. 
EFINING EYE BRUSH: (pennello per la definizione degli occhi) ottimo per definire gli occhi, usato per applicare il colore sulle palpebre e delimitare sopracciglia sottili o rade.
STIPPEL BRUSH: (pennello per fondotinta)  è utilizzato per prodotti liquidi o compatti da mettere sul viso come fondotinta, blush o bronzer fornendo un ottimo il livello di coprenza ,  è adatto anche per evidenziare gli zigomi.
LIP DEFINING BRUSH: (pennello per la definizione delle labbra) ottimo per l’applicazione di rossetto e per sfumare la linea della matita per le labbra .
Pulire i Pennelli
E’  buona abitudine pulire i pennelli che si utilizzano per truccarsi almeno una volta a settimana, per evitare che residui di trucco, germi, batteri e pellicine morte si depositino su di essi e di conseguenza sulla nostra faccia, provocando infezioni e irritazioni.
Il metodo migliore per pulire e detergere i pennelli e evitare che questi si rovinino è il seguente:
LAVAGGIO CON SHAMPOO :  applicate una o due gocce di shampoo sul pennello e massaggiate delicatamente cercando di seguire il verso del pennello (dalla base, verso la punta, in maniera che si  mantenga la forma del pennello) in modo da produrre un po’ di schiuma, risciacqua il pennello con abbondante acqua (evita di usare l’acqua calda che può rovinare il pennello), ripetete il lavaggio fino a che l’acqua non risulti limpida. Dopo di che mettete i pennelli ad asciugare all’aria aperta, senza usare il phon o altri metodi che possono essere deleteri per il fedele amico setoloso, se volete velocizzare l’asciugatura tamponate i pennelli con un panno in modo da eliminare le goccioline di acqua che si possono depositate tra le setole.
Al posto dello shampoo si può usare anche il SAPONE DI MARSIGLIA, in questo caso passate il sapone su una mano e appoggiate il pennello sul palmo di essa, con delicati movimenti circolari insaponateli e dopo risciacquate con abbondante acqua tiepida 
Se volete dopo il lavaggio con lo shampoo o con il sapone potete immergere i pennelli in 300ml di acqua e 100 ml di alcol per 20 minuti, dopo di che risciacquateli e fateli asciugare all’aria aperta, in questo modo i pennelli saranno più setosi e lucenti .  
Se il pennello vi serve subito, perché dovete utilizzare un altro colore, potete prendere una salviettina struccante e stenderla su una superficie ad esempio sul lavandino o su un tavolino ecc..e impugnate il pennello come se fosse una penna e molto delicatamente passatelo sulla salvietta come se stesse scrivendo , quando il pennello non prede più il colore asciugatelo con un  panno e dopo potete utilizzarlo ancora.
Le spugnette che utilizzate per passare il fondotinta si possono lavare con lo shampoo o il sapone di marsiglia , risciacquateli con acqua calda in maniera che si eliminino tutte le impurità e residui ,
I piumini invece vi consiglio di lavarli con del sapone intimo e con il balsamo , risciacquateli e lasciateli asciugare all‘aria aperta.
In alternativa esistono prodotti apposta per la pulizia pennelli che potete trovare in tutti i negozi di profumeria questi prodotti si chiamano Brush Cleaner e li trovate di tante marche KiKO, ELF, ecc.. 
              
Vi confesso che prima io non sapevo nemmeno cosa fossero i pennelli e tanto meno come utilizzarli , spesso adoperavo gli applicatori che si trovano nelle confezioni di molti ombretti e il mio trucco era molto limitato, sia per la tecnica ,che per i colori che usavo . Poi grazie ai consigli di “Clio “ su “youtube” ho imparato tante cose interessanti, a come usare un pennello per sfumare la matita, a ottenere una maggiore durata del trucco, sulla pulizia dei pennelli, e tante altre cose ancora. Colgo l’occasione per ringraziarla e per invitarvi a cercare i suoi tutorial su youtube (per chi non li avesse visti). Da qui ho iniziato a entrare in un mondo fatto di colori, matite, smoky, eyeliner, ombretti in polvere e liquidi, blush ecc…. ho sperimentato tante marche trovando le migliori che a mio avviso sono: KIKO, MACK, ELF. Quali sono le vostre marche preferite? Consigliatemene altre.  Un saluto makeup alle mie care lettrici !!!   

giovedì 3 gennaio 2013

                               


TOVAGLIOLI  PER BABBO NATALE




                                                                                                                                                                                

1 Prendete un tovagliolo di carta bianco
2 Piegate un angolo del tovagliolo
3 Ripetete lo stesso procedimento con il secondo e il terzo angolo, in modo da creare una bustina
                                                              
4 Prendete il tovagliolo rosso
5 Piegate uno degli angoli in alto
6 Piegate l'angolo in basso del tovagliolo in maniera che risulti perpendicolare all'angolo già piegato, il tovagliolo piegato deve avere la forma di un prisma
7 Prendere la bustina precedentemente creata e inserirvi il tovagliolo rosso piegato a prisma, sembrerà una letterina di Natale per Babbo Natale , ottima ieda per i bambini.